E’ la Bol d’Or, disputatasi il 17-18 e 19 settembre, la corsa che riconferma il team e attuale campione del mondo, vincitore della seconda di quattro gare previste dal campionato EWC. 

Ad una gara dal termine del campionato, il team Suzuki Yoshimura SERT, ha letteralmente dominato la scena in una gara caratterizzata dal maltempo, numerosi rovesci e qualche caduta. Una di queste ha coinvolto anche Xavier Simeon, uscitone fortunatamente indenne ma con qualche danno alla moto, immediatamente gestita dallo staff tecnico. Il pilota ha potuto continuare la gara, riprendere gli avversari e iniziare la lunga corsa verso il meritatissimo risultato ottenuto al termine di 704 giri e 3.993 km percorsi. 

Controllo, costanza, determinazione e talento i valori fondamentali che hanno permesso a Xavier Simeon, Sylvain Guintoli, Gregg Black e tutto il team di mantenere il controllo e terminare con un incredibile meritatissimo risultato. 

‘E’ assolutamente motivante! Inutile dire quanto l’azienda sia incredibilmente soddisfatta di tutti i successi che stiamo ottenendo al fianco degli atleti supportati. Simeon, Guintoli e Blaak hanno dimostrato come sempre professionalità e talento. L’anno scorso ci hanno regalato tantissime emozioni e quest’anno, da campioni del mondo in carica, non si stanno affatto risparmiando. Manca una gara alla conclusione del campionato EWC, la 8h di Most deciderà le sorti. Sarà certamente un’altra emozionante competizione’. conferma un’entusiasta Rosella Signori 

Le dichiarazioni dei piloti al termine della gara (fonte: team website)

Gregg Black: "E’ la mia seconda vittoria di fila al Bol d'Or, ma l'edizione precedente è stata accorciata a causa del tempo. Quest'anno è stato molto più difficile e mentalmente estenuante. Il nostro primo obiettivo era quello di conquistare la pole position per ottenere punti preziosi. Yoshimura e la squadra hanno fatto tutto il possibile per raggiungere questo obiettivo. In gara poi abbiamo puntato sulla consistenza e la concentrazione. Ci siamo riusciti e penso sia per questo che abbiamo vinto".

Xavier Siméon: “Ho fatto una buona partenza e poi tutto ha funzionato bene durante la notte, nonostante la pioggia che ci ha onestamente spaventato un po'. Fin dall'inizio, avevamo fissato alcuni tempi di giro come obiettivo della gara. Ci siamo attenuti al piano e sapevamo che ciò ci avrebbe permesso di lottare per la vittoria. E’ esattamente quello che è successo".

Sylvain Guintoli: “Le gare sono lunghe e questa è forse stata ancora più lunga perché abbiamo dovuto gestire il nostro vantaggio ed evitare qualsiasi errore. Quando sei dietro, ci si pone meno domande, devi attaccare. Questa vittoria al Bol d'Or non è stata così facile come sembra. Ci sono sempre delle opportunità in una gara, quest'anno avevamo tutte le carte in regola e dalla nostra parte: piloti veloci e costanti, una moto fantastica e Yoshimura e SERT, una delle migliori squadre con cui abbia lavorato nella mia carriera. Sono appena arrivato nelle gare di endurance, è stato un sogno vincere sia il Bol d'Or che la 24 Ore di Le Mans!

Prossimo appuntamento al 9 Ottobre in Repubblica Ceca

Ai loro piedi: SIDI REX, uno stivale resistente e curato nei dettagli. Lo spirito competitivo di Sidi Rex è ideale per le gare e non solo. Testato in ogni situazione dai campioni della Superbike e del MotoGP, riassume al suo interno tecnologia, funzionalità, e qualità garantendo comfort, resistenza, alti standard di sicurezza ed un elevato livello di performance.

Image credits www.suzuki-racing.com

Prodotto aggiunto alla wishlist con successo
Product added to compare.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi la privacy policy.